Installazioni - Astrart

Vai ai contenuti

Menu principale:

Installazioni

Opere

Con l’Associazione "IL CIELO NON HA CONFINI" PRESEPI di ARTE CONTEMPORANEA EMBLEMATICI – P.A.C.E.
Intervento sulle tradizioni sacre del Mediterraneo, l ’artista Mura Rosalba in collaborazione con altri artisti

Nulvi 1996/97 Chiesa Madonna del Rosario

Con l’Associazione  "MEDITERRANEA" – Rassegna " Stella Cometa",  GEOMETRIE  PER UN ITINERARIO RELIGIOSO
QUARTU S. ELENA  dal 3 gennaio al 10 gennaio 1999

Opera " Il Giardino della Contemplazione" ,  Chiesa S. Stefano  Quartu Sant’ Elena 1999  -  installazione personale dell’artista Mura Rosalba
 
" in forma dunque di candida rosa
Mi si mostrava la milizia santa,
che nel suo sangue Cristo fece sposa;
ma l’altra, che volando vede e canta
la gloria di colui che la innamora
e la bontà che la fece cotanta,"


" vola  con li occhi per questo giardino;
chè veder  t’acconcerà lo sguardo
più al montar per lo raggio divino.
E la regina del cielo, ond’io ardo
tutto d’amor, ne farà ogne grazia,"

( La Divina Commedia, Paradiso, XXXI, vv1 – 4 – 97 – 100)  

Opera  " La Stella Cometa" , 1999 – l ’artista Mura Rosalba con la  collaborazione di altri    
La "Stella Cometa", vuole essere oltre che una rassegna d’opere d’arte contemporanea, anche un percorso storico - artistico e culturale  creato per la città di Quartu S. Elena attraverso la testimonianza delle architetture del proprio  patrimonio.
Quest’opera vuole riproporre il "segno" che ha reso manifesto ai Magi  l’Avvento, ponendosi come guida.
La cometa è nata dalla coincidenza delle rette passanti per dieci chiese: S. Agata,  S. Elena, S. Benedetto, S. Pietro di Ponte, S. Giovanni Evangelista, S. Antonio, Sacro Cuore, S. Maria, S. Stefano, che convergono in un centro costituito da S. Efisio.                                                                                                                               

Opera “Il Sigillo di Salomone” , 1999 – l ’artista Mura Rosalba con la collaborazione di altri      
Il sigillo di salomone appare come la sintesi degli opposti e l’espressione dell’unità cosmica. Essa è rappresentata da due triangoli equilateri uniti a formare una stella a sei punte.
Della stella si considera soprattutto la sua qualità di fare luce, di essere fonte di luce capace di porsi come guida spirituale.
Essa poggia sul sale quale simbolo di sapienza.

Torna ai contenuti | Torna al menu